SOCIAL MEDIA CENSURED: la libertà di espressione è a rischio? – Rivedi la puntata di Lo ho-BIT

Welcome my son

Welcome to the machine

What did you dream?

[Welcome To The Machine_ Pink Floyd]

Il digitale è ormai l’essenza della nostra realtà. Le sue radici piantate anni orsono, hanno germogliato lentamente, ma nell’ultimo periodo sembrano aver avuto una fioritura improvvisa. Da qui, abbiamo incominciato sempre più a percepirlo come un seme essenziale in ogni settore della nostra società, percependo un cambiamento anche nel nostro pensiero. Se la democrazia poteva essere sul territorio, anche sul web ci doveva essere una forma di “governo” simile, una democrazia digitale.

Utopia o distopia digitale?

Le promesse avanzate da questo nuova terra da esplorare sembrano proprio portare a questa visione, forse anche troppo utopica della nostra società. Bisogna ricordare che a popolare entrambi i mondi siamo sempre noi cittadini.

Eppure, i social negli ultimi tempi sembrano dimostrato che questo regno di assoluta libertà non esista, è da utopia sembriamo arrivare a una distopia. La censura degli ultimi account parla chiaro: cancellazione di messaggi e profili bannati (Trump, Sardine, Casa Pound). Le nostre libertà sono limitate, ma perché non ci viene detto chiaramente questa situazione di “limite”?

Insieme all’avv. Andrea Lisi, l’avv. Valentina Fiorenza e il Dott. Edoardo Limone cercheremo comprendere quale sia la situazione attuale: siamo in una democrazia o in una dittatura digitale?

Non perdere i prossimi episodi – come sempre gratuiti – registrandoti al canale di MRTV dal seguente link