Le novità sul fascicolo sanitario elettronico tra trasparenza e diritto alla salute

Le novità introdotte dal decreto Rilancio in materia di Fascicolo Sanitario Elettronico hanno alimentato paure (infondate) su una fantomatica istituzione di potenziali strumenti per una “dittatura sanitaria”.
L’Avv. Anna Rahinò interviene sulle pagine di Agendadigitale.eu per una riflessione sulla centralizzazione in atto, che comporta la necessaria predisposizione di difese adeguate.

 

Confusione e timori

Confusione e timori sono emersi a seguito delle ultime novità in materia di Fascicolo Sanitario Elettronico, introdotte dalla Legge 77/2020, con richieste allarmistiche di compilazione moduli da inoltrare all’attenzione dei DPO (Data Protection Officer) delle varie regioni di competenza.

Il tema appare controverso ed è doverosa un’analisi attenta.

 

Indice degli argomenti

  •     FSE, all’origine della confusione
  •     L’abrogazione del consenso e le relative conseguenze
  •     Tutto in linea con il GDPR?
  •     L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali

 

Per consultare la versione integrale dell’articolo, clicca qui

DIG.eat 2021 – WEBCONFERENCE “eHealth”

1 Febbraio | 12:00/13:00 - visibile on demand su piattaforma DIG.eat

Il settore sanitario è tra quelli che sono stati maggiormente coinvolti dalla trasformazione digitale degli ultimi due decenni. L’utilizzo delle tecnologie informatiche e telematiche in sanità, infatti, consente non solo di migliorare la qualità e l’efficacia dei processi di cura e riabilitazione, ma anche di consentire una maggiore efficienza del sistema sanitario nazionale e, conseguentemente, la possibilità di preservarne la sostenibilità economica.

In considerazione che a causa della pandemia da Covid 19, si è assistito ad una proliferazione dell’utilizzo di tecnologie informatiche e telematiche nell’interazione fra medici e pazienti, una particolare attenzione viene dedicata alla telemedicina. Dopo aver evidenziato le opportunità insite nell’utilizzo degli strumenti di sanità digitale, vengono attentamente analizzati i rischi che tale utilizzo può comportare per i diritti e le libertà dei pazienti nell’ambito del trattamento dei loro dati personali.

Moderatore
Franco Cardin – Esperto protezione dei dati personali in ambito sanitario

Relatori
Paolo Colli Franzone – Fondatore e attuale Presidente di IMIS – Istituto per il Management dell’Innovazione in Sanità
Francesco Gabbrielli – Direttore del centro per la Telemedicina dell’Iss
Antonio Vittorino Gaddi – Presidente della Società Italiana di Salute Digitale e Telemedicina. Socio Onorario ANORC
Enrica Massella Ducci Teri – Funzionario AgID
Francesco Modafferi – Funzionario Garante privacy


Per seguire il talk è necessario registrarsi alla piattaforma DIG.eat: www.digeat.it

Tutti i contenuti del DIG.eat 2021 sono consultabili on demand a seguito della trasmissione.