L’annus horribilis della scuola: tra didattica a distanza e fratture sociali, arrivano i chiarimenti del Garante

Negli ultimi mesi alunni, genitori, insegnanti e personale scolastico sono stati “catapultati” in una nuova realtà caratterizzata dall’improvvisa interruzione delle relazioni fisiche e riadattata a una modalità che possiamo dire di “e-relations”, con tutta la fatica organizzativa, di coordinamento ed esecutiva che essa ha comportato.

In un settore che stenta a procedere in direzione digitale, quando si è iniziato a discutere di didattica a distanza, non si poteva di certo immaginare che ci sarebbe stato un cambio di passo così critico e forse, troppo rapido.

L’anno scolastico che si è appena concluso verrà ricordato per la disorganizzazione della didattica a distanza e della relativa normativa che dovrebbe sostenerla.

Questo articolo è apparso originariamente su Key4biz.it. Per continuare a leggere la versione integrale clicca qui

 

Per saperne di più

Leggi l’approfondimento a firma dell’Avv. Sarah Ungaro su didattica a distanza e indicazioni del Garante, al seguente link