La desolazione delle aule. Rivedi la decima puntata di Lo ho-BIT

Uno spazio libero, informale e critico: vi presentiamo la 8° puntata di “Lo ho-BIT”, una serie condotta dall’Avv. Andrea Lisi e dedicata alla democrazia digitale e alle sue implicazioni, ospitata da Movimento Roosevelt su MRTV.

Gioie e dolori del DAD

Il DAD, ovvero Didattica a Distanza, può costituire un’opportunità mai sfruttata, soprattutto in un periodo in cui l’educazione scolastica deve continuare ma contemporaneamente non possiamo essere in presenza. L’educazione si deve trasformare, e al contempo bisogna essere consapevoli dei nostri diritti, ciò è fondamentale in questa fase.

Quanti di noi sanno che la normativa italiana prevede dei diritti  per usufruire della didattica a distanza? In quanti conoscono l’art. 8 contenuto nel codice dell’amministrazione digitale?

Il DAD fa emergere molti incertezze e problematiche, soprattutto sull’uso e nella scelta dei cloud adottati dalle scuole. Come si può garantire la privacy dei nostri studenti e al contempo permettergli di studiare serenamente? Il governo e il garante dovrebbero fissare dei punti per indirizzare alla giusta scelta.

Ma il problema più grave è che l’Italia non è pronta a garantire il diritto dell’educazione a distanza. Pecchiamo da anni in questo settore: mancano strutture scolastiche adeguate; mancano infrastrutture che portino in ogni paese la connessione; manca internet nelle case, mancano professori e studenti con le giuste skills. Siamo poco digitalizzati in un’epoca in cui dovrebbe essere il pane quotidiano. Eppure i dubbi aumentano: quanto il DAD impatta sulla salute psicologica e sociale degli studenti?

Per dare voce a tutti questi dubbi, l’avv. Andrea Lisi interroga Francesco Fumelli, Direttore presso “ISIA Design” di Firenze e Loredana Di Cuonzo, Dirigente del Liceo Classico e Musicale “Giuseppe Palmieri” di Lecce.

Continuate a seguire i prossimi appuntamenti gratuiti, registrandovi al canale di MRTV dal seguente link