Blockchain: Quo vadis?

Sappiamo che il Governo italiano con il “Decreto Semplificazione 2019” ha ritenuto particolarmente urgente regolamentare il valore giuridico dei dati garantiti (e “certificati”) dalle tecnologie di registro distribuito e blockchain .

Come probabilmente a molti è noto, recentemente il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione sulle tecnologie di registro distribuito (distributed ledger technologies, DLT) e blockchain: creare fiducia attraverso la disintermediazione. Quindi, la strada in Europa è segnata.

Ha senso, quindi, questa generica “dichiarazione di intenti” del nostro Governo dal sapore più politico che giuridico (perchè solo di questo, in verità, si tratta)?

L’avv. Andrea Lisi affronta l’argomento all’interno del suo canale Linkedin