Marketplace: nuovo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate

Continua la lotta all’evasione nel commercio elettronico. Con il provvedimento dello scorso 31 luglio l’Agenzia delle Entrate ha obbligato i venditori a distanza, che sfruttano i cosiddetti “negozi virtuali” o “marketplace”, a notificare ogni operazione di vendita online.

Il provvedimento non riguarda il tradizionale e-commerce diretto, bensì è rivolto alle vendite on-line realizzate sfruttando portali o mezzi analoghi, gestiti da terzi residenti (e non) nel territorio nazionale (ad esempio Amazon, eBay, Zalando o ePrice). L’Agenzia ha dato così seguito a quanto previsto dal DL 34/2019 (convertito con L. 58/2019) e dal DL 135/2081 (convertito con L. 12/2019).

Vige dunque l’obbligo per le persone fisiche o gli enti (anche non residenti in Italia) che agiscono “nell’esercizio di imprese, arti e professioni” effettuando vendite a distanza di beni trasportabili su mercati, di trasmettere all’Agenzia delle Entrate una serie di dati, quali:

  • la denominazione o i dati anagrafici completi, inclusa la residenza o il domicilio, nonché l’identificativo univoco utilizzato per effettuare le vendite facilitate dall’interfaccia elettronica, il codice identificativo fiscale ove esistente, l’indirizzo di posta elettronica.
  • il numero totale delle unità vendute in Italia.
  • a scelta del soggetto passivo, l’ammontare totale dei prezzi di vendita o il prezzo medio di vendita, espressi in Euro.

La comunicazione dovrà avvenire attraverso i servizi telematici Entrale/Fisconline dell’Agenzia e sarà effettuata su base trimestrale (entro la fine del mese successivo alla chiusura del trimestre di riferimento).

La prima scadenza è prevista per il prossimo 31 ottobre.

La mancata trasmissione dei dati o la loro incompletezza determinerà che i soggetti passivi siano considerati debitori d’imposta per le vendite a distanza per le quali non hanno trasmesso, o trasmesso in modo incompleto, i dati di cui sopra a meno che non riescano a dimostrare che l’imposta sia  stata assolta dal fornitore.