Generatore automatico di informative privacy a fumetti: trasparenza, comprensibilità e “spasso”

La trama del meraviglioso “racconto” sulla protezione dei dati che è il Regolamento UE 679/2016 è interamente pervasa dal leitmotiv della trasparenza. È bene precisare che, seppure nel GDPR non sia presente un’esplicita definizione del concetto di trasparenza, il testo ruota interamente attorno ad esso, proprio in relazione alla centralità della figura dell’interessato (cioè colui i cui dati vengono trattati) che ne diventa il protagonista principale.

L’obbligo di trasparenza è finalizzato a concedere la possibilità di conoscere le tipologie di trattamento che sono progettate, sviluppate e messe in atto dal Titolare, con riferimento alle misure adottate e ai rischi che possono derivare per la salvaguardia di libertà e diritti dei soggetti interessati.

Lo stesso Considerando 39, nell’approfondire il concetto di trasparenza (di cui all’art.5), specifica che le informazioni e le comunicazioni relative al trattamento dei dati personali devono essere facilmente accessibili e comprensibili, anche grazie all’uso di un linguaggio semplice e chiaro.

Secondo quanto prescritto poi dall’art. 12, è fondamentale che l’informativa sia scritta in forma concisa, trasparente, intelligibile per l’interessato e sia resa facilmente accessibile.

Chiarezza e trasparenza che possono essere garantite anche tramite l’utilizzo di icone standardizzate in modo da facilitare la comprensione del testo all’interessato. In particolare, ciò è quanto previsto dall’art. 12 par.7, laddove si prescrive che “Le informazioni da fornire agli interessati a norma degli articoli 13 e 14 possono essere fornite in combinazione con icone standardizzate per dare, in modo facilmente visibile, intelligibile e chiaramente leggibile, un quadro d’insieme del trattamento previsto.

Coerentemente rispetto a questa previsione, l’Istituto Italiano per la Privacy e la valorizzazione dei dati in collaborazione con la Scuola Fumetto, non hanno tardato ad elaborare un tool utile alla formulazione di un’informativa privacy personalizzata.
Infatti se si accede al seguente link compilando i campi indicati (che rispecchiano i requisiti indicati dall’art.13 ), è possibile generare un’informativa in grado di rispecchiare la propria realtà interna.

Uno strumento sicuramente originale, reso disponibile dall’Istituto Italiano Privacy ai Titolari del trattamento, in linea con quanto previsto dal Regolamento UE e in grado di facilitare l’approccio alla privacy soprattutto grazie al livello di creatività con cui è stata progettato, strutturato come un racconto (a fumetti).