Agid: online il sito di monitoraggio del Piano Triennale per l’Informatica

Una delle novità introdotte dal Piano Triennale per l’Informatica nelle P.A. 2020-2022 è il monitoraggio degli obiettivi per la completa attuazione del Piano.

Il monitoraggio

Il monitoraggio del Piano Triennale – i cui risultati sono disponibili sul sito dedicatosi compone delle seguenti attività:

  1. misurazione dei risultati da conseguire complessivamente a livello di sistema PA per la realizzazione degli obiettivi fissati;
  2. verifica dell’attuazione delle linee d’azione da parte delle diverse amministrazioni;
  3. prosecuzione dell’analisi della spesa e degli investimenti pubblici in ICT di PA centrali e locali.

Le attività previste di monitoraggio del Piano Triennale ICT, sono volte a favorire un’azione coordinata tra i vari livelli della PA, attraverso la pubblicazione di dati e informazioni utili per le scelte future e la loro pianificazione.

I risultati

Il Piano triennale ICT dovrebbe supportare l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) , con particolare riferimento all’azione di monitoraggio e verifica delle azioni legate alla digitalizzazione della PA.

Sono già disponibili i primi risultati per i target fissati per l’anno 2020, da una prima analisi i Target 2020 sembrano pienamente raggiunti (a un livello quasi del 100%) per le componenti di Interoperabilità, Sicurezza informatica e Governance; quasi raggiunti (a un livello compreso tra 80% e 89%) per le Piattaforme e i Servizi e parzialmente raggiunti (a un livello almeno pari al 70%) per i Dati e le Infrastrutture.

Sarebbe interessante approfondire le percentuali dei singoli obiettivi raggiunti in così poco tempo, soprattutto in riferimento all’Interoperabilità, Sicurezza Informatica e Governance.

💡Potrebbe interessarti – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: svelate luci e ombre

Master Universitario di 1° livello – I professionisti della digitalizzazione documentale e della privacy

Scopri il corso universitario in e-learning

Il Master intende fornire ai partecipanti una preparazione manageriale, completa e multidisciplinare necessaria ad affrontare e risolvere le sfide poste dalla progressiva digitalizzazione degli enti, sia pubblici che privati anche alla luce delle novità introdotte nel contesto normativo europeo, in particolare si fa riferimento al GDPR (General Data Protection Regulation) – Regolamento UE 679/2016 e al Regolamento eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) – Regolamento UE n° 910/2014.