Pubblicato in G.U. il decreto sulla fatturazione elettronica per la PA

Dopo la pubblicazione delle regole tecniche sulle firme elettroniche, in Gazzetta Ufficiale1 è arrivato anche il decreto del Ministero dell’economia e delle Finanze n. 55, del 3 aprile 2013, recante il “Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche”.
Il decreto, che entrerà in vigore il 6 giugno p.v., è accompagnato dagli allegati contenenti le specifiche relative al formato della fattura elettronica, alle regole tecniche, alle linee guida, ai codici ufficio e ai servizi di supporto di natura informatica.
L’obbligo di emissione, trasmissione, conservazione e archiviazione in forma elettronica delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni pubbliche decorre a partire da:
dodici mesi dall’entrata in vigore del d.m. per i Ministeri, le Agenzie fiscali e gli Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale;
ventiquattro mesi dall’entrata in vigore del decreto per le altre amministrazioni pubbliche e per le amministrazioni locali.
Trascorsi sei mesi dall’entrata in vigore del decreto, il Sistema di Interscambio2 sarà, comunque, reso disponibile per la ricezione delle fatture elettroniche alle amministrazioni che intenderanno avvalersene. In tali casi, la data di applicazione delle disposizioni sarà quella specificamente comunicata al gestore del sistema di interscambio. 
In seguito le amministrazioni non potranno accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica per il tramite del Sistema di interscambio.
1 Gazzetta Ufficiale n. 118 del 22.05.2013.
2 Struttura, gestita dal MEF, attraverso la quale deve avvenire la trasmissione delle fatture elettroniche.