Prepariamoci al “new deal for consumers”. Le nuove regole per la fornitura di contenuti e servizi digitali

Risale alla primavera del 2019 l’emanazione delle Direttive (UE) 2019/770 e 2019/771 da parte del Parlamento e del Consiglio Europeo, relative rispettivamente a: i contratti di fornitura di contenuto digitale e di servizi digitali e i contratti di vendita di beni. Entrambe si inseriscono nell’ambito della più ampia strategia per il mercato unico digitale in Europa.

In particolare, la Direttiva 2019/770 (da recepire entro il 1° luglio 2021, per entrare in vigore il 1° gennaio 2022) potenzierà il quadro contrattuale delle tutele per i consumatori, sempre caratterizzato dalla “rincorsa” delle norme rispetto all’evoluzione tecnologica e all’adeguamento delle tutele rispetto alla realtà del commercio e degli affari.

In relazione ad alcuni rimedi riconosciuti al consumatore, avrà sicuramente effetti significativi anche sulle campagne promozionali di molti players digitali.

Insieme all’Avv. Andrea Broglia, esperto in privacy, ICT Law e componente del D&L Net, vediamo cosa prevedono le nuove prescrizioni finalizzate a modernizzare le regole di protezione dei consumatori in un articolo pubblicato originariamente su Key4biz.

Per continuare a leggere la versione integrale clicca qui