Pec e limiti di peso degli allegati, può essere a rischio l’accessibilità concorsuale

Aspiranti infermieri sono stati esclusi dal bando pubblico per la creazione di una graduatoria di Infermieri da assumere nell’Asl di Piacenza, in vari ambiti e a tempo determinato, perché impossibilitati ad inviare la propria candidatura tramite Pec a causa dei vincoli di "peso" virtuale della documentazione imposti dalla commissione esaminatrice.
In effetti, secondo quanto prescritto nel bando, la domanda di partecipazione poteva essere spedita con raccomandata AR o tramite Posta elettronica certificata. Tuttavia, in tale ultima ipotesi tutti gli allegati richiesti e inviati tramite PEC (domanda di partecipazione, curriculum, certificazioni, documenti sui requisiti richiesti ed eventuali pubblicazioni) dovevano essere contenuti in un unico file dal "peso elettronico" complessivo di 5 MB (massimo), pena l’esclusione immediata dalla procedura di selezione. Non era inoltre possibile effettuate l’invio in due diverse mail, pena anche in questo caso l’esclusione dal bando. 
Di conseguenza, con una lettera all’assessore regionale di riferimento, al direttore generale della Asl di Piacenza e alla Procura della Repubblica competente, gli aspiranti candidati esclusi dalla procedura pubblica di selezione hanno contestato la validità del bando dal punto di vista legale, rispetto ai criteri di ragionevolezza, non discriminazione, del favor partecipationis (principio in base al quale di deve favorire la massima partecipazione possibile alle procedure pubbliche di selezione) e al diritto all’occupazione sanciti dalla Legge 241/1990 e dalla Costituzione Italiana. Secondo i denuncianti, infatti, si sono create delle disparità di condizioni di accesso alla procedura pubblica di selezione con uno sbarramento “telematico”. 
Nell’era del cloud e degli spazi virtuali illimitati, in effetti, il limite imposto dei 5Mb sembra irragionevolmente riduttivo: nell’attesa dei provvedimenti opportuni, dunque, non ci rimane che sperare in una Pubblica Amministrazione la cui propensione al digitale non abbia limiti così restrittivi.