I sette guardiani del web

di Chiara Pascali

L’Icann è un ente internazionale che ha l’incarico di: assegnare gli indirizzi IP, identificare il protocollo, occuparsi della gestione del sistema dei nomi a dominio di primo livello (Top-Level Domain), del codice internazionale (ccTLD) e dei sistemi di root server. Detta in parole povere, l’Icann controlla e gestisce l’assegnazione degli indirizzi web a cui noi tutti i giorni ci colleghiamo.
Immaginate la quantità di dati, tra cui molti sensibili, che l’Icann custodisce. La sicurezza dei suoi server è dunque di vitale importanza. In casi di estrema necessità è stato ideato un piano di Recovery degno di un film di fantascienza. Il programma si chiama Recovery Key Share Holders e prevede che sette esperti di sicurezza informatica selezionati nei quattro angoli del globo, ciascuno dei quali detiene un frammento di codice segreto, si incontrino a El Segundo (California) per far ripartire il web in caso di hackeraggio, attacco terroristico, guerra o calamità naturale.
Nessuno conosce la password per intero, ognuno di loro ha una chiave, simile a una smart card, in cui è racchiuso il microchip che solo se unito ai restanti fornisce il codice di accesso.
Non crediate che alcune pratiche di sicurezza informatica si vedano solo in Matrix.